Provvidenze economiche per invalidi civili, ciechi civili e sordi: importi e limiti reddituali per il 2013

Ogni anno vengono ridefiniti, collegandoli agli indicatori dell'inflazione e del costo della vita, gli importi delle pensioni, assegni e indennità che vengono erogati agli invalidi civili, ai ciechi civili e ai sordi e i relativi limiti reddituali previsti per alcune provvidenze economiche.
Per il 2013 importi delle provvidenze e limiti reddituali sono stati fissati dalla Direzione Centrale delle Prestazioni dell'INPS con Circolare del 28 dicembre  2012, n. 149  (Allegato n. 2).

Nella tabella che segue riportiamo gli importi in euro, comparati con quelli del 2012.

Tipo di provvidenza Importo Limite di reddito

2013 2012 2013 2012
Pensione ciechi civili assoluti
298,33 289,36 16.127,30 15.627,22
Pensione ciechi civili assoluti (se ricoverati) 275,87 267,57 16.127,30 15.627,22
Pensione ciechi civili parziali
275,87 267,57 16.127,30
15.627,22
Pensione invalidi civili totali
275,87 267,57 16.127,30 15.627,22
Pensione sordi
275,87 267,57 16.127,30 15.627,22
Assegno mensile invalidi civili parziali
275,87 267,57 4.738,63 4.596,02
Indennità mensile frequenza minori
275,87 267,57 4.738,63
4.596,02
Indennità accompagnamento ciechi civili assoluti
846,16 827,05 Nessuno Nessuno
Indennità accompagnamento invalidi civili totali
499,27 492,97 Nessuno Nessuno
Indennità comunicazione sordi
249,04 245,63 Nessuno Nessuno
Indennità speciale ciechi ventesimisti
196,78 193,26 Nessuno Nessuno
Lavoratori con drepanocitosi o talassemia major 495,43 480,53 Nessuno Nessuno


 

 

Nella versione originale della Circolare 149/2012 era previsto un  grave elemento di novità che riguardava i soli invalidi civili al 100% titolari di pensione di invalidità. Fino ad oggi il limite reddituale considerato è quello relativo ai redditi strettamente personali. Dal 2013 sarebbe stato considerato anche quello del coniuge.

Questa decisione amministrativa di INPS non si basa su alcun dettato normativo, ma su una Sentenza della Corte di Cassazione, nemmeno pronunciata a sezioni unite, del 2011 ( Sezione Lavoro 25 febbraio 2011, n. 4677) già commentata a suo tempo con preoccupazione da HandyLex.org (vedi commento)

La conseguenza immediata sarebbe stata che gli invalidi totali titolari, assieme al coniuge di un reddito lordo annuo superiore a 16.127,30 euro, avrebbero perso il diritto alla pensione (275,87 euro al mese).

Tuttavia con il Messaggio della Direzione Generale INPS n. 717 del 14 gennaio 2013, INPS ha sospeso l'applicazione di tale disposizione.

 

31 dicembre 2012

 
Carlo Giacobini
Direttore responsabile di HandyLex.org
© HandyLex.org - Tutti i diritti riservati - Riproduzione vietata senza preventiva autorizzazione.