HandyLexPress

Numero 2 - Anno 2009

EDITORIALE

Terremoti emozionali

NOVITÀ LEGISLATIVE

la copertina del secondo numero di HandyLexPress

Nuove norme sui congedi retribuiti
I congedi retribuiti biennali erano limitati inizialmente ai soli genitori di figli disabili e, dopo la loro scomparsa, ai fratelli o sorelle conviventi. La Corte costituzionale è intervenuta tre volte, estendendo i congedi anche ai figli per l’assistenza ai genitori e al coniuge. L’INPS ha fissato nuove regole e modalità di accesso a questo beneficio.

Le provvidenze economiche agli immigrati
Chi è invalido civile, cieco civile o sordomuto e risiede in Italia ha diritto a ricevere le relative pensioni o indennità. Per gli extracomunitari soggiornanti nel nostro Paese, sono state fissate delle limitazioni progressivamente più restrittive, sulle quali la Corte Costituzionale ha rilevato gravi limiti di legittimità, facendone decadere parzialmente l’efficacia.

Reversibilità anche ad alcuni disabili lavoratori
Dopo il decesso del pensionato o lavoratore, la pensione ai superstiti viene riconosciuta, tra gli altri, anche ai figli inabili, se sono a carico del pensionato o lavoratore al momento del decesso di quest’ultimo e non sono impegnati in attività lavorativa. Norme recenti hanno stabilito invece che la pensione di reversibilità venga erogata anche nel caso in cui il disabile sia occupato in lavori part-time e con finalità terapeutiche.

LE INDAGINI

Barriere in casa e fuori: quali contributi?
a cura di Crizia Narduzzo e Stefano Borgato
La Legge Nazionale 13/1989 (Disposizioni per favorire il superamento e l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati) da alcuni anni viene finanziata in modo discontinuo. Molte Regioni, per sopperire a questo “vuoto”, hanno provveduto autonomamente in materia. Vediamo, regione per regione, quali sono le misure di sostegno previste dalle varie Amministrazioni.

I DIRITTI

Parcheggi a pagamento e persone con disabilità
a cura della Redazione di HandyLexPress
In forza di una Nota del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 2005, i titolari del “contrassegno invalidi” potevano parcheggiare gratuitamente anche negli spazi a pagamento delimitati da linea blu. Quella Nota è stata impugnata davanti al TAR del Lazio che l’ha annullata. Al momento attuale si può solo pretendere la gratuità di un posto ogni 50 nelle aree custodite. Se quei posti sono occupati da altri titolari di contrassegno, si deve pagare.

La somministrazione di farmaci a scuola
di Salvatore Nocera
Gli alunni possono avere necessità di supporto nell’assunzione di farmaci legati a particolari patologie. Tale assistenza deve essere garantita per non compromettere il diritto allo studio. Fino al 2005 esisteva un vuoto normativo, attualmente colmato – anche se solo in parte – da un documento di raccomandazioni ministeriali e da alcune esperienze di intesa sul territorio.

Quando è impossibile firmare
L’ordinamento giuridico italiano consente a qualsiasi persona in grado di intendere e di volere di esprimere la propria volontà anche attraverso atti formali. Si tratta di un diritto che non può essere precluso nemmeno nel caso in cui la persona non riesca a parlare o a firmare, ma usi segni, gesti o ausili per comunicare. Per ogni caso un notaio può trovare la soluzione adeguata e formalmente corretta.

Evasione: chi paga?
Sull’acquisto di determinati prodotti (ausili, sussidi tecnici e informatici, autoveicoli) sono previste alcune agevolazioni fiscali che è possibile ottenere presentando opportuna documentazione. Chi vende il prodotto con aliquota IVA agevolata ha l’obbligo di acquisire tale documentazione. Nel caso di irregolarità, la restituzione dell’IVA evasa è dovuta solo da parte di chi ha venduto il prodotto, senza potersi rivalere su chi lo ha acquistato.

Una legge contro le discriminazioni
di Angelo Marra
La Legge 67/2006 è una norma per la tutela giudiziaria delle persone con disabilità vittime di discriminazione. Si tratta di uno strumento assai importante per giungere a un’effettiva parità di trattamento nei confronti dei disabili, in ogni ambito della loro vita.

LE AZIONI

Agevolazioni auto e semplificazioni
La FISH ha presentato tre richieste di consulenza giuridica per favorire la semplificazione amministrativa nell’ambito delle agevolazioni fiscali sui veicoli. Tali agevolazioni sono previste dalla normativa, ma le relative circolari applicative spesso sono complesse e disorganiche. Le tre consulenze riguardano le persone con disabilità mentale e psichica e quelle con grave limitazione della capacità di deambulazione.

IL CASO

Di epilessia si può guarire
Il caso che presentiamo riguarda un ragazzo che ha avuto tre crisi comiziali (epilettiche) in tenerissima età. Al ragazzo viene concesso il patentino per il ciclomotore a tempo limitato, applicando pedissequamente la normativa vigente. Il ricorso al TAR boccia la decisione della Pubblica Amministrazione, con la Sentenza n. 73/09.

EUROPA E MONDO

L’IVA agevolata sulle auto nell’Unione Europea
a cura di Francesco Smerghetto
Una Direttiva Europea del 1992 prevede l’applicazione di aliquote ridotte dell’Imposta sul Valore Aggiunto su alcuni beni e servizi. La genericità delle definizioni in essa contenute ha dato il là ad interpretazioni molto disomogenee da parte degli Stati membri dell’Unione Europea relativamente all’acquisto e all’adattamento di autoveicoli per il trasporto delle persone con disabilità.

LETTERE

Programmare i permessi?
Sono il padre di un ragazzo gravemente disabile e lavoro in un’azienda di medie dimensioni. Da qualche anno usufruisco dei permessi previsti dalla Legge 104...

Il letto è detraibile?
Ho l’invalidità riconosciuta del 100%. Avendo urgenza, per la mia disabilità, di un letto che si alzasse (tipo quelli da ospedale), ne ho acquistato uno in un negozio “normale”, non presso un’ortopedia...

Quanto bisogna aspettare l’accertamento?
Mio figlio, che ha sette anni, ha una malattia rara che ultimamente è peggiorata all’improvviso. Ho necessità dei permessi lavorativi per assicurargli un maggiore sostegno...

Posso lavorare se mi dichiarano invalido al 100%?
Sono invalido al 75% oramai da molti anni. Ritengo di essere peggiorato con il passare del tempo, ma ho sempre temuto di richiedere una nuova visita che mi riconoscesse una percentuale di invalidità maggiore...