HandyLexPress

Numero 3 - Anno 2009

 

EDITORIALE

La campagna contro i falsi

la copertina del terzo numero di HandyLexPress

NOVITÀ LEGISLATIVE

Nuove norme sugli accertamenti
di Carlo Giacobini
Dal gennaio 2010, se verrà convertito un recente decreto legge, le domande di accertamento di invalidità, handicap e disabilità dovranno essere presentate all’INPS. L’INPS invierà i dati alle Aziende USL che provvederanno a convocare a visita. Nelle Commissioni USL sarà presente anche un medico INPS. All’INPS spetterà la decisione finale rispetto all’accertamento e alla concessione delle provvidenze economiche.

Abrogate le decurtazioni su malattia e permessi
Il decreto anticrisi (Decreto Legge 78/2009) contiene una novità positiva per i dipendenti pubblici. Il decreto abroga le disposizioni di una norma che lo scorso anno riduceva la retribuzione in caso di assenza per malattia o per fruire dei permessi per l’assistenza ai familiari con disabilità. Le nuove disposizioni non sono retroattive. Vengono soppresse le fasce orarie delle visite “fiscali” previste dall’articolo 71 della Legge 133/2008.

Lavoro notturno e familiari disabili
La normativa vigente prevede una tutela particolare per lo svolgimento del lavoro notturno. Oltre alle donne in stato di gravidanza, è vietato adibire al lavoro notturno anche i lavoratori che abbiano a carico familiari con handicap grave. Il Ministero del Lavoro ha precisato che le condizioni per l’esonero sono le medesime previste per la concessione dei permessi lavorativi.

Precisazioni sull’IVA agevolata sui veicoli
Le agevolazioni fiscali sui veicoli destinati ai disabili spettano una volta ogni quattro anni. Se si vende il veicolo prima che siano trascorsi due anni, bisogna restituire le agevolazioni ottenute. Questa disposizione non vige nel caso in cui il veicolo sia ereditato dai parenti del disabile deceduto prima che siano trascorsi due anni dall’agevolazione.

Alunni con disabilità: verso nuovi contenziosi
Sono in arrivo nuove disposizioni per la formazione delle classi che potranno avere ricadute anche sugli alunni con disabilità. Per il prossimo anno scolastico 2009-2010 la dotazione degli insegnanti di sostegno rimane invariata rispetto allo scorso anno. Saranno più difficili le deroghe in casi particolari, visti gli stretti vincoli di spesa imposti ai dirigenti scolastici.

LE INDAGINI

Manuale di sopravvivenza nelle ZTL
a cura della redazione
Le Zone a Traffico Limitato sono aree in cui la circolazione veicolare è consentita solo ad alcune categorie, tra cui i titolari di contrassegno invalidi. Tuttavia può capitare che anche essi vengano sanzionati, erroneamente, per aver attraversato con il proprio veicolo i varchi elettronici che controllano gli accessi alle ZTL. Vediamo come districarsi nella giungla dei diversi e disomogenei comportamenti che le Amministrazioni Comunali hanno adottato in alcune città italiane.

LE INTERVISTE

Gli impegni del Ministro Sacconi sul fronte della disabilità
In questa intervista a Maurizio Sacconi, ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, affrontiamo alcuni “temi caldi”, come l’esigibilità dei diritti, la necessità di un nuovo Nomenclatore degli Ausili, il lavoro delle persone con disabilità e l’esiguo finanziamento destinato al Fondo per le Politiche Sociali e a quello per la Non Autosufficienza.

I DIRITTI

L’accertamento dell’invalidità e dell’handicap negli anziani
di Lorenzo Cisbani (medico geriatra)
Le persone anziane, per ottenere prestazioni o agevolazioni legate ad eventuali disabilità, devono richiedere alcuni accertamenti presso l’Azienda USL di residenza. Gli accertamenti riguardano l’invalidità civile, l’handicap e talvolta, per accedere a servizi assistenziali, la non autosufficienza.

Guidare una moto è possibile
di Francesco Foresta (funzionario del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti)
Con una Legge del 2003 e la conseguente Direttiva dell’anno successivo è stata estesa anche ai conducenti minorati o con disabilità la possibilità di guidare un motociclo, a condizione di ottenere la certificazione di idoneità rilasciata dalle Commissioni Mediche Locali. Il rilascio di tale certificazione può essere subordinato all’obbligo di usare determinate protesi od ortesi o di adattare il veicolo con determinati dispositivi.

Il terremoto e la sicurezza delle persone con disabilità
di Stefano Zanut (architetto, funzionario dei Vigili del Fuoco di Pordenone)
Per prevenire o ridurre le conseguenze di un terremoto, ma anche di altre calamità naturali, bisogna considerare il contributo comportamentale che ognuno può dare, in un percorso trasversale che sia rispettoso anche delle persone che in queste situazioni possono avere più difficoltà di altre, come bambini, anziani o persone con disabilità. Per queste ultime, i consigli della Protezione Civile da seguire durante tali eventi vanno integrati con altri, in funzione delle specifiche necessità (difficoltà motorie, difficoltà all’udito, difficoltà alla vista ecc.).

Spiagge per tutti
a cura di Fabrizio Mezzalana (architetto, Centro per l’Autonomia di Roma)
Per capire se uno stabilimento balneare è realmente e completamente accessibile a tutti, bisogna guardare ai parcheggi, ai percorsi, alle cabine/spogliatoio, alle docce, alla zona ombrellone/lettino e all’ingresso in acqua, oltre che a locali come bar e ristoranti e naturalmente ai bagni. Fondamentale è anche la preparazione degli addetti dello stabilimento.

Il PEI, uno strumento per l’inclusione scolastica
di Salvatore Nocera (avvocato, vicepresidente della Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap)
Il PEI – Piano Educativo Individualizzato o Personalizzato – è uno strumento di programmazione della vita scolastica degli alunni con disabilità: evidenzia le necessità di integrazione, le risorse necessarie e impone delle responsabilità. Il PEI viene redatto, ogni anno, da tutti gli operatori che seguono l’alunno. Il PEI può essere modificato in caso di nuove o diverse esigenze.

LE AZIONI

Tutori e amministratori di sostegno esclusi dai permessi lavorativi
La normativa vigente prevede agevolazioni (permessi e congedi) per i lavoratori che assistono un familiare con handicap grave, ma non per i tutori e gli amministratori di sostegno, anche se assistono con continuità una persona disabile che non sia loro parente. All’interpello avanzato per tentare un’interpretazione estensiva della normativa, Il Ministero del Lavoro ha risposto che non è possibile per via amministrativa ampliare la platea dei beneficiari di queste agevolazioni.

IL CASO

Cassazione: chiarimenti sull’amministrazione di sostegno
di Francesco Marcellino (avvocato)
Una recente Sentenza della Corte di Cassazione dovrebbe definitivamente risolvere due essenziali questioni riguardanti l’esatta e uniforme interpretazione della legge sull’amministrazione di sostegno, con importanti conseguenze: il Giudice Tutelare diventa effettivamente il “giudice della tutela della persona con disabilità”, vigilando anche sugli eventuali disservizi da parte delle Istituzioni Pubbliche o sul mancato rispetto dei diritti e dell’integrazione sociale.

LE LETTERE

Italia migliore?
Ho letto con attenzione l’accurata indagine che nel numero scorso avete dedicato alle agevolazioni fiscali sull’auto in Europa. Mi sembra di comprendere che, per una volta, l’Italia ne esce bene. In linea generale negli altri Paesi europei l’IVA agevolata è concessa solo in presenza di adattamenti al trasporto e alla guida e solo a persone con disabilità motorie gravi...

Sussidi tecnici e informatici
Nel numero 2 di HandyLexPress, nell’articolo Evasione, chi paga? sottolineate con insistenza che per ottenere l’IVA agevolata per acquistare un computer è necessaria «una specifica prescrizione autorizzativa rilasciata da un medico specialista dell’Azienda USL di residenza dalla quale risulti il collegamento funzionale fra il sussidio tecnico ed informatico e la menomazione»...