Lombardia - Prestito sull'onore

In attuazione dell'art. 3, commi 2, 3, 4, 5 e 6 della Legge Regionale n. 23 del 06/12/1999, la Regione Lombardia prevede un prestito in denaro senza interessi, da restituire attraverso rate mensili, entro un periodo di tempo concordato (massimo in 5 anni).

Viene erogato alle famiglie in situazione di temporanea difficoltà economica per il finanziamento di spese relative alle necessità della vita familiare legate ai seguenti eventi:

  • aumento del carico familiare derivante da parti gemellari o inserimento in famiglia di uno o più figli adottati;

  • perdita o riduzione dell'attività lavorativa di uno o entrambi i percettori di reddito, per una delle seguenti cause:

    • decesso;

    • stato di detenzione;

    • stato di invalidità accertato, per il quale il soggetto risulta ancora in attesa della prevista provvidenza economica;

  • stato di disoccupazione dell'unico percettore di reddito con età superiore a 45 anni in conseguenza di ristrutturazione e/o cessazione dell'attività dell'azienda presso cui prestava lavoro in qualità di dipendente;

  • costi per l'educazione dei figli nelle famiglie numerose:

    • acquisto arredi/accessori per l'infanzia;

    • pagamento delle quote di iscrizione e integrazione rette per servizi prima infanzia, scuola materna, attività formative, sportive e ricreative extra-scolastiche, assistenza domiciliare;

    • spese mediche, sanitarie e socio-sanitarie non coperte dalle prestazioni erogate a carico del Servizio Sanitario Regionale (L.E.A. nazionali ed ulteriori L.E.A. previsti per i cittadini lombardi).

La modulistica è scaricabile sito della Direzione Famiglia (www.famiglia.regione.lombardia.it) oppure la si può ritirare presso gli SpazioRegione della Lombardia.

La domanda deve essere compilata in triplice copia :

  • la prima da consegnare allo STeR (Struttura Territoriale Regionale) perché venga protocollata;

  • la seconda da consegnare al Comune di residenza;

  • la terza da tenere quale ricevuta.

 

Attraverso una nota informativa del 03 gennaio 2011 la Regione Lombardia ne ha sospeso l'erogazione fino a nuove determinazioni.

 

A cura di Ledha – Lega per i diritti delle persone con disabilità - Rappresentante Federazione Italiana per il Superamento dell'Handicap (FISH) in Lombardia.