Ordinanza Tribunale Amministrativo Regionale per la Sardegna, Sezione Prima, 8 febbraio 2012, n. 61

 

Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sardegna (Sezione Prima) ha pronunciato la presente

 

ORDINANZA

sul ricorso numero di registro generale 55 del 2012, proposto da:

Melis Marinella, in qualità di genitore esercente la potestà sul minore Martina Cerina, Tagliacarne Davide, Latti Giorgio in qualità di genitore esercente la potestà sul minore Alberto Lati, Rodriguez Massimo in qualità di amministratore di sostegno di Francesco Rodriguez, Garau Franca in qualità di genitore esercente la potestà sul minore Giulia Sanna, Dedoni Lucia in qualità di genitore esercente la potestà sul minore Benjamino Heuberger, Cossu Antonello in qualità di genitore esercente la potestà sul minore Tommaso Cossu, Alfonso Vincenzo in qualità di tutore di Anna e Giuseppe Alfonso, Puddu Enrico in qualità di amministratore di sostegno Paolo Antonio Puddu, Frau Sergio in qualità di amministratore di sostegno di Maria Antonietta Frau, Putzu Alessio, Floris Roberto in qualità di tutore di Matteo Floris, Pizzo Gina in qualità di genitore esercente la potestà sul minore Marcello Piredda, Mura Marcello in qualità di amministratore di sostegno di Gabriele Mura, Cornacchia Roberta, Bonini Roberto in qualità di tutore di Danilo Bonini, Sarigu Marco e Serra Emanuela in qualità di genitori esercenti la relativa potestà su Gemma Sarigu, Salaris Lussoria Rita in qualità di madre esercente la potestà su Francesco Ricci, Sotgia Francesca, La Padula Gabriele in qualità di padre esercente la potestà su Chiara La Padula, Soi Maria Antonietta in qualità di madre esercente la potestà su Irene Pusceddu, Di Gangi Francesco in qualità di padre esercente la potestà su Maria Di Gangi, Casu Silvio in qualità di padre esercente la potestà su Daniele Casu, Mirai Marco in qualità di tutore di Marta Mirai, Urru Ignazia in qualità di tutrice di Giulia Schiavoni, Mattana Liviana in qualità di madre esercente la potestà su Fabio Puddu, Pilloni Giampietro in qualità di padre esercente la potestà su Angelica Pilloni, Parodi Paolo in qualità di amministratore di sostegno di Luca Parodi, Diana Paola in qualità di madre esercente la potestà su Michela Argiolas, Carli Elisabetta in quanto esercente la potestà genitoriale nei confronti di Aurora Demelas, rappresentati e difesi dagli avv. Giuseppe Andreozzi, Riccardo Caboni, Giulia Andreozzi, con domicilio eletto presso Giuseppe Andreozzi in Cagliari, via Gianturco N.4;

contro

Regione Sardegna, rappresentato e difeso dagli avv. Patrizia Angius, Floriana Isola, con domicilio eletto presso Ufficio Legale Regione Sarda in Cagliari, viale Trento N.69;

 

per l'annullamento

previa sospensione dell'efficacia,

- della delibera n. 46/50 del 16.11.2011 emessa dalla RAS avente ad oggetto la legge n. 162/1998 sul fondo per la non autosufficienza in favore delle persone con grave disabilità, programma 2011 da attuarsi nel 2012, di riduzione del finanziamento in base al reddito ISEE;

- di ogni altro atto presupposto, inerente e conseguente.

Visti il ricorso e i relativi allegati;

Visto l'atto di costituzione in giudizio di Regione Sardegna;

Vista la domanda di sospensione dell'esecuzione del provvedimento impugnato, presentata in via incidentale dalla parte ricorrente;

Visto l'art. 55 cod. proc. amm.;

Visti tutti gli atti della causa;

Ritenuta la propria giurisdizione e competenza;

Relatore nella camera di consiglio del giorno 8 febbraio 2012 il Consigliere dott. Grazia Flaim e uditi per le parti i difensori avv.ti Caboni, Andreozzi, Angius e Isola;

Ritenuto che appare congruo il riferimento al reddito ISEE “individuale” (cioè del singolo soggetto disabile) e non al reddito del nucleo familiare (come stabilito nella delibera impugnata), trattandosi di prestazioni miste sociali ed assistenziali;

considerato che la riduzione prevista nella quantificazione del finanziamento appare in conflitto con la previsione contenuta nell’art. 27 2° comma della LR 23/2005, che stabilisce che la compartecipazione alla spesa è determinata sulla base della valutazione della situazione economica degli “aventi diritto”;

P.Q.M.

 

Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sardegna (Sezione Prima)

a)Accoglie e per l'effetto sospende la deliberazione della GR, in parte qua (riduzione del finanziamento rapportato al reddito ISEE del nucleo familiare, anziché del solo assistito):

b) fissa per la trattazione di merito del ricorso l'udienza pubblica del 9 maggio 2012.

Compensa le spese della presente fase cautelare.

La presente ordinanza sarà eseguita dall'Amministrazione ed è depositata presso la segreteria del tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti.

Così deciso in Cagliari nella camera di consiglio del giorno 8 febbraio 2012 con l'intervento dei magistrati:

 

Aldo Ravalli, Presidente

Marco Lensi, Consigliere

Grazia Flaim, Consigliere, Estensore

 

L'ESTENSORE

IL PRESIDENTE

DEPOSITATA IN SEGRETERIA Il 08/02/2012

IL SEGRETARIO (Art. 89, co. 3, cod. proc. amm.)

Condicio - Dati e cifre sulla condizione delle persone con disabilitŗ

FOCUS

In Progress

HandyLex Calabria
in collaborazione con FISH Calabria
HandyLex Sicilia
in collaborazione con Coordinamento H
HandyLex Sardegna
in collaborazione con ABC Sardegna
HandyLex Lombardia
in collaborazione con Ledha
2009 - 2020   HandyLex.org - Tutti i diritti riservati - Riproduzione vietata senza preventiva autorizzazione