Trentino Alto Adige- Provincia di Bolzano: contributi per l'eliminazione delle barriere e per i veicoli

Aventi diritto
Hanno diritto ai contributi le persone disabili con menomazioni o limitazioni funzionali permanenti relative alla deambulazione e alla mobilità, compresa la cecità, nonché chi li ha a carico e i condomìni, centri o istituti dove risiedono le persone disabili.

Per che cosa
La Provincia autonoma di Bolzano prevede contributi per opere finalizzate all'abbattimento e fissa disposizioni sui requisiti e gli importi massimi finanziabili. La domanda va presentata all'amministrazione provinciale prima che i lavori siano iniziati con allegata la documentazione richiesta. In caso di condomini la domanda deve essere inoltrata dall'amministratore.
Una volta presentata la domanda, gli interessati possono realizzare le opere senza attendere la concessione del contributo, accollandosi il rischio dell'eventuale mancata concessione dello stesso. L'ammissione al finanziamento, proporzionato al reddito, è in ordine cronologico.
È in progetto di inserire tra le opere per l'eliminazione delle barriere architettoniche anche alcuni ausili domotici come telecomandi per aprire le porte, alzare le tapparelle ecc.

La provincia autonoma di Bolzano prevede anche contributi per l'acquisto o l'adattamento dei mezzi di trasporto per disabili titolari di patente speciale e per i familiari di disabili non in possesso di patente che adattano il mezzo. Le disposizioni valgono anche per i veicoli di serie già dotati di opportuni meccanismi e che non necessitano di ulteriore adattamento.
Sono previsti anche contributi per l'acquisto del dispositivo telefonico alle persone affette da sordomutismo, ai familiari con il quale il sordomuto, sopra i dodici anni, convive che non siano già in possesso del comunicatore telefonico fornito dall'ASL. La richiesta per ottenere i contributi e i rimborsi va presentata al distretto di assistenza economica sociale territorialmente competente.

Contributi previsti
Negli interventi sugli edifici le opere devono comportare una spesa minima di almeno tre milioni. L'importo finanziabile varia dal 30 all'80% della spesa riconosciuta ammissibile, in base alle fasce di reddito, fino a un tetto massimo di lire 120.000.000 di costo. Per i condomini l'erogazione è limitata al 30% dei costi sostenuti.
Ai titolari di patente di guida speciale, sempre a seconda del reddito, viene riconosciuto un contributo fino al 40% della spesa sostenuta e comunque per una spesa massima di 18.000.000 di lire. Anche gli adattamenti di guida possono godere di un aiuto fino al 100% della spesa sostenuta, per un contributo massimo di 4.500.000 di lire.
Per gli allestimenti dei veicoli destinati a persone disabili non in grado di guidare viene concesso un contributo per l'adattamento variabile a seconda del reddito e per un importo massimo di 7.000.000 di lire.
Infine per l'acquisto del dispositivo telefonico per i sordomuti viene prevista una erogazione pari al 90% della spesa sostenuta e con un limite massimo di spesa ammessa di lire 1.250.000. Il richiedente può beneficiare di questo contributo una volta nell'arco di dieci anni.

Normativa di riferimento
Legge Provinciale- Provincia Autonoma di Bolzano - 30 giugno 1983, n. 20
"Nuove provvidenze in favore dei soggetti portatori di handicap 1983" (SO n. 1 del BU 12 luglio 1983, n. 35)
Legge Provinciale- Provincia Autonoma di Bolzano - 17 dicembre 1998, n. 13
"Ordinamento dell'edilizia abitativa agevolata 1998." (SO n. 1 del BU 12 gennaio 1999, n. 3) Si veda in particolare l'articolo 92.
Decreto del Presidente della Giunta Provinciale 15 luglio 1999, n. 42
"1° Regolamento di esecuzione alla legge provinciale 17 dicembre 1998, n. 13. Ordinamento dell'edilizia abitativa agevolata."

(a cura di Nadia Zamai, per gentile concessione della rivista "Mobilità")

 

JobLab - Il collocamento lavorativo delle persone con disabilità - Corso FAD gratuito - 3 crediti per assistenti sociali
2009 - 2020   HandyLex.org - Tutti i diritti riservati - Riproduzione vietata senza preventiva autorizzazione