Calabria: contributi per l'eliminazione delle barriere negli edifici pubblici e nei mezzi di trasporto

La Regione Calabria con la Legge n. 8 del 23 luglio 1998 detta prescrizioni e dispone interventi ad integrazione della legislazione nazionale vigente in materia di eliminazione delle barriere architettoniche. Le norme si applicano a tutte le costruzioni, gli ambienti, le strutture, i servizi di trasporto pubblico urbano ed extraurbano, che prevedano la permanenza di persone. Sono allegate alla legge le descrizioni tecniche di attuazione per l'eliminazione delle barriere architettoniche. La legge però non dispone alcun contributo al privato cittadino disabile per la rimozione di eventuali ostacoli nella sua abitazione.

Un aiuto dovrebbe arrivare invece da una "vecchia" legge del 1984 ai nuclei familiari comprendenti almeno un membro convivente disabile fisico non deambulante che intendano adeguare gli alloggi. Questa legge però è finanziata in modo molto limitato ed insufficiente.

Normativa di riferimento
Legge Regionale - Regione Calabria - 23 luglio 1998, n. 8
"Eliminazione delle barriere architettoniche."
Legge Regionale - Regione Calabria - 3 settembre 1984, n. 28
"Superamento dell'emarginazione dei cittadini portatori di handicap." (BU 10 settembre 1984, n. 71)

(a cura di Nadia Zamai, per gentile concessione della rivista "Mobilità")

 

JobLab - Il collocamento lavorativo delle persone con disabilità - Corso FAD gratuito - 3 crediti per assistenti sociali
2009 - 2020   HandyLex.org - Tutti i diritti riservati - Riproduzione vietata senza preventiva autorizzazione