Sardegna: contributi per l'eliminazione delle barriere e per i veicoli

Aventi diritto
Hanno diritto ai contributi gli stessi beneficiari della Legge 13/89 e cioè i disabili con menomazioni o limitazioni funzionali permanenti, ivi compresa la cecità, ovvero quelle relative alla deambulazione e alla mobilità, coloro i quali abbiano a carico i citati soggetti.

Per che cosa
La Legge regionale 30 agosto 1991, n. 32 prevede che, per le stesse finalità della Legge 13/89, l'Amministrazione regionale sia autorizzata a predisporre annualmente, con legge finanziaria, finanziamenti aggiuntivi agli stanziamenti statali assegnati ai sensi della Legge n. 13/89. Per l'anno 2000, infatti, è stata autorizzata una spesa aggiuntiva alla Legge 13/89 per la realizzazione di opere finalizzate alla rimozione delle barriere negli edifici privati.

Contributi previsti
La Legge regionale n. 4/88, all'articolo 32, prevede che i Comuni possano concedere alle persone con permanenti difficoltà di deambulazione contributi per l'acquisto di motoveicoli ed autovetture, adattate alla guida di titolari di patente speciale, in misura non superiore al 40% della spesa ammissibile prevedendo un limite di reddito per poter accedere ai finanziamenti.

Normativa di riferimento
Legge Regionale - Regione Sardegna - 30 agosto 1991, n. 32
"Norme per favorire l'abolizione delle barriere architettoniche."
Legge Regionale - Regione Sardegna - 25 gennaio 1988, n. 4
"Riordino delle funzioni socio - assistenziali."
Legge Regionale - Regione Sardegna 5 settembre 2000, n. 17
"Modifiche ed integrazioni alla legge finanziaria, al bilancio per gli anni 2000/2002 e disposizioni varie."(BU 9 settembre 2000, n. 28)

(a cura di Nadia Zamai, per gentile concessione della rivista "Mobilità")

 

JobLab - Il collocamento lavorativo delle persone con disabilità - Corso FAD gratuito - 3 crediti per assistenti sociali
2009 - 2020   HandyLex.org - Tutti i diritti riservati - Riproduzione vietata senza preventiva autorizzazione