Messaggio INPS – Direzione Generale, 4 febbraio 2011, n. 2886

Verbali di invalidità civile definitivi.”

 

AI DIRETTORI REGIONALI

AI DIRETTORI DELLE SEDI

AI DIRETTORE DELLE AGENZIE

 

Si conferma che, in attesa del completamento delle operazioni di inserimento in procedura INVCIV2010 dei verbali ASL, affidati a POSTEL per la relativa digitalizzazione, le Sedi dell’Istituto potranno, in presenza di verbali definitivi, utilizzare la procedura WEBDOM per la liquidazione delle prestazioni economiche, ove spettanti.

Invece, per i verbali telematici definitivi, la procedura da utilizzare è la INVICIV2010.

I verbali di cui sopra, nonché quelli per handicap (L.104/1992) e per disabilità (L.68/99), dovranno essere trasmessi ai cittadini interessati e, in caso di assistenza, ai relativi Enti di patronato e/o alle Associazioni di categoria presso le quali gli associati abbiano eletto il relativo domicilio.

Si riepilogano in allegato le modalità da seguire.

 

IL DIRETTORE GENERALE

Nori

 

 

Allegato N.1

MODALITA’ OPERATIVE: INVALIDITA’ CIVILE – LIQUIDAZIONE PRESTAZIONE TRAMITE PROCEDURA WEBDOM

 

La liquidazione mediante la procedura WEBDOM riguarda i casi in cui il verbale è divenuto definitivo e, cioè quelli per i quali ricorrono tutte le seguenti condizioni:

 

  • sono decorsi 60 giorni dalla data di trasmissione del verbale da parte delle ASL;

  • non è stata effettuata la sospensione presso le ASL per ulteriori accertamenti sanitari;

  • non è stato espresso da parte dell’inps entro i 60 giorni un giudizio definitivo.

 

Tali domande, infatti, possono essere liquidate utilizzando come verbali definitivi i verbali ASL, che devono essere inoltrati anche ai cittadini interessati e, in caso di assistenza, ai relativi Enti di Patronato e/o Associazioni di categoria presso le quali i cittadini abbiano eletto il relativo domicilio.

Le presenti modalità si applicano alle domande per le quali il verbale ASL è pervenuto al CML in forma cartacea e per il quale il CML non abbia inserito nella procedura invciv2010 un verbale di visita o agli atti; con messaggio n. 2036 del 28.1.2011 è stato, infatti, comunicato il rilascio nella procedura invciv2010 della funzionalità automatica di gestione del silenzio-assenso.

Tutte le domande, invece, con verbale ASL telematico, o per le quali i CML abbiano comunque inserito e confermato un verbale digitale in procedura, devono essere trattate all’interno di INVCIV2010 che provvederà in automatico, rilevata la conclusione della decorrenza dei 60 giorni e previa apposizione del flag di conferma della scadenza della domanda da parte del CML, all’inoltro del verbale telematico verso il cittadino, verso i patronati e per la fase concessoria utile per la successiva liquidazione della prestazione tramite webdom.

I verbali ASL cartacei che alla data del 1 settembre u.s. non erano ancora stati validati dai CML, e che sono stati oggetto di sospensione, devono essere inseriti da parte del CML, in procedura invciv2010, come verbali digitali, nella tipologia “agli atti” o “per visita diretta”. Tale adempimento si rende necessario affinché sia possibile l’ulteriore fase di validazione da parte della CMS e la gestione automatica del silenzio-assenso secondo quanto sopra descritto.

 

FOCUS

In Progress

HandyLex Calabria
in collaborazione con FISH Calabria
HandyLex Sicilia
in collaborazione con Coordinamento H
HandyLex Sardegna
in collaborazione con ABC Sardegna
HandyLex Lombardia
in collaborazione con Ledha
2009 - 2020   HandyLex.org - Tutti i diritti riservati - Riproduzione vietata senza preventiva autorizzazione