Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 21 luglio 2017

Riparto del fondo per il finanziamento degli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale del Paese, di cui all'articolo 1, comma 140, della legge 11 dicembre 2016, n. 232.”

(Pubblicato nella Gazz. Uff. 27 settembre 2017, n. 226)

 

IL PRESIDENTE

DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

SU PROPOSTA DEL

MINISTRO DELL'ECONOMIA

E DELLE FINANZE

Vista la legge 11 dicembre 2016, n. 232 concernente «Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2017 e bilancio triennale 2017-2019»;

Visto, l'art. 1, comma 140, della citata legge n. 232 del 2016 il quale ha istituito un apposito fondo da ripartire nello stato di previsione del Ministero dell'economia e delle finanze, con una dotazione di 1.900 milioni di euro per l'anno 2017, di 3.150 milioni di euro per l'anno 2018, di 3.500 milioni di euro per l'anno 2019 e di 3.000 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2020 al 2032, per assicurare il finanziamento degli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale del Paese, anche al fine di pervenire alla soluzione delle questioni oggetto di procedure di infrazione da parte dell'Unione europea, nei settori di spesa relativi a: a) trasporti, viabilità, mobilità sostenibile, sicurezza stradale, riqualificazione e accessibilità delle stazioni ferroviarie; b) infrastrutture, anche relative alla rete idrica e alle opere di collettamento, fognatura e depurazione; c) ricerca; d) difesa del suolo, dissesto idrogeologico, risanamento ambientale e bonifiche; e) edilizia pubblica, compresa quella scolastica; f) attività industriali ad alta tecnologia e sostegno alle esportazioni; g) informatizzazione dell'amministrazione giudiziaria; h) prevenzione del rischio sismico; i) investimenti per la riqualificazione urbana e per la sicurezza delle periferie delle città metropolitane e dei comuni capoluogo di provincia; l) eliminazione delle barriere architettoniche;

Considerato che l'utilizzo del citato fondo è disposto con uno o più decreti del Presidente del Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro dell'economia e delle finanze, di concerto con i Ministri interessati, in relazione ai programmi presentati dalle amministrazioni centrali dello Stato. Gli schemi dei decreti sono trasmessi alle Commissioni parlamentari competenti per materia, le quali esprimono il proprio parere entro trenta giorni dalla data dell'assegnazione; decorso tale termine, i decreti possono essere adottati anche in mancanza del predetto parere;

Considerato che con i medesimi decreti sono individuati gli interventi da finanziare e i relativi importi, indicando, ove necessario, le modalità di utilizzo dei contributi, sulla base di criteri di economicità e di contenimento della spesa, anche attraverso operazioni finanziarie con oneri di ammortamento a carico del bilancio dello Stato, con la Banca europea per gli investimenti, con la Banca di sviluppo del Consiglio d'Europa, con la Cassa depositi e prestiti Spa e con i soggetti autorizzati all'esercizio dell'attività bancaria ai sensi del testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia, di cui al decreto legislativo 1° settembre 1993, n. 385, compatibilmente con gli obiettivi programmati di finanza pubblica;

Visto il comma 142 del medesimo art. 1 della richiamata legge 11 dicembre 2016, n. 232, il quale stabilisce che gli interventi di cui al comma 140 sono monitorati ai sensi del decreto legislativo 29 dicembre 2011, n. 229;

Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 29 maggio 2017, il quale ai sensi dell'art. 1, comma 140, della citata legge 11 dicembre 2016, n. 232, dispone il finanziamento dei progetti selezionati nell'ambito del Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie e delle città metropolitane e dei comuni capoluogo di provincia, di cui all'art. 1, commi da 974 a 978, della legge 28 dicembre 2015, n. 208, nella misura di 270 milioni di euro per ciascuno degli anni 2017 e 2018 e 260 milioni di euro per l'anno 2019;

Visto l'art. 25 del decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50, recante «Disposizioni urgenti in materia finanziaria, iniziative a favore degli enti territoriali, ulteriori interventi per le zone colpite da eventi sismici e misure per lo sviluppo», convertito in legge, con modificazioni, dalla legge 21 giugno 2017, n. 96, che destina una parte del Fondo investimenti alle Regioni a statuto ordinario per investimenti nuovi e aggiuntivi per un importo pari a 400 milioni di euro per l'anno 2017 e al Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca per interventi in materia di edilizia scolastica delle province e alle città metropolitane per un importo pari a 64 milioni di euro per l'anno 2017, 118 milioni di euro per l'anno 2018, 80 milioni di euro per l'anno 2019 e 44,1 milioni di euro per l'anno 2020;

Visto l'art. 19, comma 3, del decreto-legge 17 febbraio 2017, n. 13, recante «Disposizioni urgenti per l'accelerazione dei procedimenti in materia di protezione internazionale, nonché per il contrasto dell'immigrazione illegale», convertito in legge, con modificazioni, dalla legge 13 aprile 2017, n. 46, che destina, a valere sulle risorse del fondo di cui all'art. 1, comma 140, della legge 11 dicembre 2016, n. 232, un importo pari a 13 milioni di euro per le spese di realizzazione dei centri di permanenza per i rimpatri;

Viste le proposte presentate dalle amministrazioni centrali dello Stato inerenti ai programmi di spesa per investimenti individuati dalle medesime amministrazioni nell'ambito dei settori di intervento stabiliti dalla norma;

Considerato che occorre procedere alla ripartizione della rimanente quota delle risorse del fondo in relazione alla necessità ed urgenza di assicurare il finanziamento dei programmi presentati dalle amministrazioni centrali dello Stato;

Visti i pareri resi dalle competenti Commissioni parlamentari;

Vista la proposta del Ministro dell'economia e delle finanze;

Decreta:

 

Articolo 1

1. Ai sensi e per gli effetti dell'art. 1, comma 140, della legge 11 dicembre 2016, n. 232 è disposta la ripartizione della rimanente quota del Fondo per il finanziamento degli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale del Paese, come da elenco allegato che fa parte integrante del presente decreto.

2. Ai fini dell'erogazione del finanziamento, i programmi finanziati sono monitorati ai sensi del decreto legislativo 29 dicembre 2011, n. 229, nell'ambito della Banca dati delle amministrazioni pubbliche (BDAP), conseguentemente devono essere corredati del codice unico di progetto (CUP) e del codice identificativo della gara (CIG) anche se non perfezionato ai sensi della delibera n. 1 del 2017 dell'Autorità nazionale anticorruzione (ANAC). I soggetti attuatori degli interventi relativi al citato Programma sono tenuti al costante aggiornamento dei dati.

Il presente decreto è trasmesso alla Corte dei conti per la registrazione e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale.

 

Allegato 1

 

 

2017

2018

2019

2020-2032

Totale

a) trasporti, viabilità, mobilità sostenibile, sicurezza stradale, riqualificazione e accessibilità delle stazioni ferroviarie

285.222.429

805.928.199

875.459.044

17.385.048.762

19.351.658.434

MINISTERO INFRASTRUTTURE E TRASPORTI

285.222.429

805.928.199

875.459.044

17.385.048.762

19.351.658.434

b) infrastrutture, anche relative alla rete idrica e alle opere di collettamento, fognatura e depurazione

102.700.217

253.136.204

310.696.098

1.978.624.267

2.645.156.786

MINISTERO INFRASTRUTTURE E TRASPORTI

50.000.000

110.000.000

110.000.000

771.000.000

1.041.000.000

MINISTERO AMBIENTE

11.478.217

46.123.035

85.026.098

91.258.819

233.886.169

MINISTERO DIFESA

15.800.000

35.500.000

43.000.000

512.795.447

607.095.447

MINISTERO AGRICOLTURA

6.830.000

25.885.169

29.720.000

29.910.000

92.345.169

MINISTERO DELL'INTERNO

18.592.000

35.628.000

42.950.000

573.660.000

670.830.000

c) ricerca

78.704.200

21.738.000

192.215.500

1.008.703.004

1.401.360.704

MINISTERO ISTRUZIONE

65.000.000

115.000.000

180.000.000

910.000.000

1.270.000.000

MINISTERO SVILUPPO ECONOMICO

0

0

10.000.000

30.000.000

40.000.000

MINISTERO DIFESA

0

0

0

68.230.504

68.230.504

MINISTERO SALUTE

13.704.200

6.738.000

2.215.500

472.500

23.130.200

d) difesa del suolo, dissesto idrogeologico, risanamento ambientale e bonifiche

15.247.572

48.533.235

98.032.757

695.503.387

857.316.951

MINISTERO ECONOMIA E FINANZE

4.771.440

16.523.320

17.225.600

5.779.640

44.300.000

MINISTERO AMBIENTE

5.945.057

13.831.745

50.607.157

198.323.747

268.707.706

MINISTERO DIFESA

3.300.000

13.800.000

25.000.000

486.900.000

529.000.000

MINISTERO AGRICOLTURA

1.231.075

4.378.170

5.200.000

4.500.000

15.309.245

e) edilizia pubblica, compresa quella scolastica

126.259.915

448.064.205

522.154.042

4.578.338.933

5.674.817.094

MINISTERO ECONOMIA E FINANZE

10.000.000

46.800.000

46.800.000

998.400.000

1.102.000.000

MINISTERO INFRASTRUTTURE E TRASPORTI

15.000.000

145.000.000

108.500.000

155.500.000

424.000.000

MINISTERO ISTRUZIONE

48.247.845

103.661.639

133.661.639

55.900.000

341.471.123

MINISTERO DIFESA

1.000.000

19.000.000

30.000.000

2.565.510.162

2.615.510.162

MINISTERO SALUTE

35.716.682

34.703.345

47.530.018

146.216.771

264.166.816

MINISTERO DELL'INTERNO

11.453.333

27.654.333

77.469.333

515.512.000

632.089.000

MINISTERO AFFARI ESTERI

1.078.550

8.878.550

5.027.297

0

14.984.396

MINISTERO BENI CULTURALI

3.563.505

45.000.000

48.500.000

103.000.000

200.063.505

MINISTERO GIUSTIZIA

200.000

17.366.338

24.665.755

38.300.000

80.532.092

f) attività industriali ad alta tecnologia e sostegno alle esportazioni

201.550.000

325.200.000

374.000.000

8.360.763.888

9.261.513.888

MINISTERO ECONOMIA E FINANZE

35.000.000

90.000.000

170.000.000

105.000.000

400.000.000

MINISTERO SVILUPPO ECONOMICO

153.750.000

146.200.000

95.000.000

3.100.050.000

3.495.000.000

MINISTERO DIFESA

12.800.000

89.000.000

109.000.000

5.155.713.888

5.366.513.888

g) informatizzazione dell'amministrazione giudiziaria;

25.506.400

136.561.622

193.032.150

891.503.759

1.246.603.932

MINISTERO GIUSTIZIA

25.506.400

136.561.622

193.032.150

891.503.759

1.246.603.932

h) prevenzione del rischio sismico;

290.309.268

518.838.535

517.910.408

3.911.914.000

5.238.972.210

MINISTERO ECONOMIA E FINANZE

9.250.000

145.750.000

130.750.000

2.664.250.000

2.950.000.000

MINISTERO INFRASTRUTTURE E TRASPORTI

13.000.000

0

0

0

13.000.000

MINISTERO ISTRUZIONE

242.662.897

270.977.535

259.044.408

200.000.000

972.684.840

MINISTERO DIFESA

16.600.000

42.400.000

44.400.000

698.800.000

802.200.000

MINISTERO DELL'INTERNO

6.296.000

15.216.000

18.716.000

88.864.000

129.092.000

MINISTERO BENI CULTURALI

2.500.370

44.495.000

65.000.000

260.000.000

371.995.370

i) investimenti per la riqualificazione urbana e per la sicurezza delle periferie delle città metropolitane e dei comuni capoluogo di provincia;

20.500.000

44.000.000

36.500.000

85.500.000

186.500.000

MINISTERO ECONOMIA E FINANZE

15.500.000

41.000.000

31.500.000

73.500.000

161.500.000

MINISTERO BENI CULTURALI

5.000.000

3.000.000

5.000.000

12.000.000

25.000.000

l) eliminazione delle barriere architettoniche

20.000.000

60.000.000

40.000.000

60.000.000

180.000.000

MINISTERO INFRASTRUTTURE E TRASPORTI

20.000.000

60.000.000

40.000.000

60.000.000

180.000.000

Totale complessivo

1.166.000.000

2.762.000.000

3.159.999.999

38.955.900.001

46.043.900.000

 

Scacco al bullo - Sei studente di scuola secondaria superiore? - Partecipa al concorso contro bullismo e discriminazione - Invia le tue migliori foto, clip o racconti - Primo premio 1000 € - Termina il 16 novembre 2018
2009 - 2017   HandyLex.org - Tutti i diritti riservati - Riproduzione vietata senza preventiva autorizzazione